Condividi:

Oggi rispondiamo ad alcune richieste pervenute sulla metodologia di insegnamento del tiro in corsa: il terzo tempo, appunto.

Il tiro in 3° tempo è un tiro in corsa e pertanto, prima di poterlo insegnare ai bambini, questi ultimi devono aver fatto esperienza sugli schemi motori di base e sulla loro combinazione motoria: correre, saltare, afferrare, lanciare; affinando e combinando questi schemi motori, in un quadro in cui combinazione motoria e apprendimento motorio sono i necessari condimenti (inevitabilmente intrecciati con gli schemi motori di base elencati).

Detto questo, condizione necessaria, ma non sufficiente, è un lavoro paziente in tal senso. 

Pian piano, equilibrio, recupero dell’equilibrio, anticipazione, saranno i condimenti da aggiungere all’acquisizione di tale abilità.

Anatomia del movimento e abilità atletica

 Il percorso, che parte dal quadro delle prime conoscenze, deve portarci ad una disponibilità variabile nel livello di acquisizione della abilità. 

Il senso del ritmo (capacità coordinativa, spesso presente in alcune classificazioni delle capacità motorie) è un altro aspetto da non trascurare. 

Per questo, personalmente, il terzo tempo deve essere insegnato quando i bambini hanno acquisito tali capacità e lo introdurrei sotto forma di giochi.

Bisogna anche fare attenzione, una volta acquisito il movimento, alla corsa e soprattutto a come afferrare la palla dopo rimbalzo a terra, dopo lancio in alto avanti della stessa con e senza rimbalzo, partendo sempre in situazioni dinamiche in grandi spazi e riducendoli pian piano. 

Il lancio della palla come variante nella corsa o nella andatura specifica può avvenire anche lateralmente e all’indietro con riferimento a spazio pieno-spazio vuoto

Utilizzerei, nel quadro delle conoscenze, categoria scoiattoli, diverse tipologie di palle (morbide, da tennis, di spugna) oltre a quella da minibasket.

45 lezioni di minibasket

L’idea di passare da correre a saltare con e senza qualsiasi tipo di attrezzo è già qualcosa di complesso per i bimbi: da un movimento orizzontale passare ad uno verticale. 

In tempi “antichi” usavo i cerchi/cinesini, ora globalmente chiedo di correre e tirare con gli ultimi due passi nell’area colorata proponendo, prima del “lancio a canestro”, lo stesso ritmo (uno-due) che gli proponevo con un tamburello, il fischietto, il battito di mani, con il 1° e il 2° passo del terzo tempo. In questo modo faccio un check su coordinazione e lateralità; ritengo che sia deleterio farlo in una fase di disponibilità grezza e, a volte, è arduo riconoscere la fase di apprendimento della abilità in ciascuno bambino.

Esercizi propedeutici per il tiro in corsa, sono quelli per differenziare l’utilizzo dei passi (lungo/corto) all’interno di giochi non solo inerenti il 3° tempo.

Insegnare easybasket. Il giocosport della FIP per la scuola primaria.

Motoriamente l’uso della rullata del piede (tallone/avampiede) mentre eseguo il primo passo ed il secondo passo del Terzo Tempo aiuta secondo me il controllo della stabilità e quindi dell’equilibrio.

Bambini che usano solo gli avampiedi sono spesso fuori equilibrio e non sanno arrestarsi e ripartire.

 Importante sarà correggere una cosa per volta: l’abilità dell’istruttore sarà capire quale è l’errore primario (magari in un insufficiente sviluppo di uno schema motorio di base) che fa scaturire, a cascata, gli altri. 

Per completare al meglio l’apprendimento, terrei molto in considerazione la ritmica del gesto, che deve essere armoniosa.

L’istruttore deve, inoltre, aprirsi anche verso altre discipline considerando l’approccio polisportivo. In questo caso l’atletica con le pubblicazioni sui salti e varie andature a cura della Fidal propongono lavori che opportunamente inseriti in situazioni di tipo globale e ludico sono molto interessanti.

Di proposte pratiche ricavabili da questi concetti, ve ne sono elencate in questo blog e vi consiglio di vedere i seguenti articoli Conoscenze: Scelta della palla e tiro, Attivazione: orientamento e differenziazione spazio-tempo; Orientamento spazio-temporale, utilizzando il palleggio e il tiro come fondamentali;Superman…. lezione con i Pulcini


Domande? Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + diciassette =

Minibasket.info è un blog creato senza scopo di lucro con l'obiettivo di diffondere la cultura del gioco del Minibasket. Con una tua donazione contribuirai a sostenere minibasket.info e tutti i futuri progetti nella diffusione di questo bellissimo gioco

Dona 2€

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.

Totale donazione: €2,00

Available for Amazon Prime