Condividi:

binomio perfetto per coinvolgere i piu piccoli e tenere alto il ritmo della lezione.
utile per reclutare bambine, questo metodo attrae le giovani giocatrici perché è un alternativa alla danza.

Ciao, da anni sostengo che giocare a basket è un insieme di movimenti che devono tener conto dei giusti tempi e della corretta esecuzione al limite dell’errore, solo così si riesce ad ottenere un buon ritmo di gara.

Ecco, oggi voglio soffermarmi su questa parola “RITMO”.

Partendo dal concetto che, se eseguo dei movimenti ascoltando la musica, la concentrazione aumenta e con essa aumenta anche il ritmo di esecuzione, ho provato ad utilizzare alcuni brani durante l’allenamento di tiro e devo ammettere che, essendo questo un movimento meccanico, la musica aiuta a prendere il ritmo aumentando la precisione.

Sulla base di questa esperienza ho iniziato a seguire sul web il medoto MusicBasket, calandolo nel mondo del minibasket e ottenendo risultati inaspettati.

Una sintonia innata nel cervello dei bambini

I bambini hanno una predisposizione innata alla musica, come se il loro cervello fosse biologicamente programmato per apprezzarla. A conferma di quanto sia innata la capacità dei bambini di percepire la musica, ci sono i test sul cervello. Le reazioni di quest’ultimo all’ascolto di un brano musicale sono del tutto simili in un bambino e in un musicista. Come se esistesse una specie di conoscenza innata delle regole musicali, anche se poi un esperto riesce a cogliere, e nominare, le sottili sfumature delle variazioni melodiche, tonali e ritmiche. In più, ogni musica, che sia di matrice occidentale o orientale, tradizionale o moderna, attiva le medesime aree del cervello. Dunque la musica è un linguaggio universale, il cui ascolto e apprendimento precoce funge da vero allenamento per il cervello.

Per prima cosa ho capito che i piccoli sono molto portati al ritmo e dopo poche lezioni riescono a sincronizzare i movimenti motori con la musica. Per questo propongo alcuni giochi

 

USO DELLO SPAZIO RISPETTO AI COMPAGNI

4spaziDividere il campo in 4 spazi  e chiedere ai bambini di occupare tutti gli spazi tenendo presente che in ogni spazio non si può essere più di un numero prestabilito. Al via ognuno si muove negli spazi scelti palleggiando e stando attento a non toccare i compagni; quando parte la musica ognuno si ferma ad almeno 4-5 passi dal compagno e deve palleggiare sul posto seguendo il ritmo della musica. Quando la musica si ferma devono riprendere a palleggiare;

Progressione: se la musica cambia, devono cambiare il quarto di campo (vale la regola del numero massimo di bambini per quarto);

Variare i compiti per ogni spazio assegnato (ruba palla, palleggio basso, ball-handling, palleggio, alto)

 

TUTTI A CANESTRO

tutti_a_canestroTutti i bambini con un pallone sistemati sulle due linee di fondo. Al via della musica palleggiare seguendo il ritmo ed andare a concludere nel canestro più lontano senza scontrarsi con i compagni. Durante la prima esecuzione dell’esercizio, si nota che le zone del campo utilizzate saranno quelle centrali, per obbligare i bambini ad utilizzare tutte le parti del campo e provare tiri da posizioni differenti ridurre il lavoro su due metà campo e posizionare dei birilli sulla linea di tre punti.

tutti_a_canestro1I ragazzi dopo aver tirato devono passare dietro ad un birillo per tiare una seconda volta. Dopo essere passati dietro a tutti i birilli della propria metà campo, possono cambiare metà campo.

 

 

Un altro esercizio che propongo è BATMAN e ROBIN e si riferisce ad una gara di passaggi utilizzando una base musicale come We Will Rock You dei Queen che si presta a molti esercizi.

batman_e_robinIn questo caso i bambini possono passarsi la palla a tempo oppure, sempre a tempo, possono fare due palleggi sul posto ed un passaggio.

Disporre i bambini a coppie a centro campo, ogni bambino con il pallone; al pronti dell’istruttore i bambini iniziano  a passarsi la palla a ritmo di muscia e chi ha il potere, quando lo decide va a tirare a canestro (decide anche il canestro).

Il compagno deve tirare nel canestro opposto; il primo che fa canestro e ritorna a centro campo prende un punto e il potere.

varianti:

1.modificare il tipo di passaggio.

2.non si può andare a tirare in più di 2-3 per volta

 

Lo stesso brano può essere utilizzato per eseguire tutto campo due palleggi (strappo apertura) e arresto. Questo esercizio lo uso nella categoria esordienti e da subito si notano miglioramenti nell’esecuzione.

Per chi fosse interessato può collegarsi al sito http://www.musicbasket.org/ di Massimo Antonelli o visionare gli innumerevoli video dedicati su you tube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + sei =

Captcha Code * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Loading...
Facebook Messenger for Wordpress