(11 anni)(9-10 anni)

Lavoro sulle partenze in palleggio nella fase di attivazione

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti, 3,00/5)
Loading...
Condividi:

Ciao a tutti, oggi propongo un esercizio da utilizzare nella fase di attivazione per lavorare sulle partenze in un gruppo dai 10/12 anni. L’obiettivo è il controllo motorio utilizzando il palleggio ed in particolare le partenze.

Descrizione

bambini a coppie, uno con la palla ed uno senza. Comanda quello senza palla che corre per il campo seguito a 5 passi dal compagno in palleggio. Quando vuole il primo si ferma e si gira verso il compagno per ricevere la palla.

dopo aver passato la palla, il bambino corre verso il compagno e si ferma ad un braccio di distanza con le braccia basse. A questo punto decide quale braccio alzare (all’altezza della spalla) ed il compagno con la palla deve effettuare una partenza passando sotto al braccio proteggendo la palla e facendo 3-4 palleggi per poi girarsi e seguire il compagno.

Superato il compagno si ricomincia invertendo i ruoli.

Considerazioni

Volutamente il gioco inizia con chi comanda che corre senza palla, questo mi permette di far lavorare il compagno sul palleggio seguendo il compagno che può fare cambi di velocità, arretramenti, corsa laterale. Chi comanda, che è il focus dell’esercizio, ha il compito di fare un arresto e girarsi per ricevere la palla e quindi riceve il pallone da fermo e questo lo facilità perché non ha un piede perno definito, può sceglierlo in base a quale braccio alza il compagno.

Osservare

Osserviamo la scelta della partenza da parte del bambino e il fatto che deve piegarsi per passare sotto il braccio teso del compagno. Questo è propedeutico per far capire il concetto che l’attaccante deve passare sotto il divensore, spalla a spalla, proteggendo la palla. NON sto dando indicazioni sul tipo di partenza, ma il 90% dei bambini partirà incrociando. Osservare se utilizzano la partenza omologa (stesso piede stessa mano) e nel caso dare suggerimenti in tal senso.

Per quanto riguarda il bambino che corre verso il compagno, dopo avergli passato la palla, anche qui possiamo dare indicazioni utili del tipo: corro veloce ma devo fermarmi ad un braccio di distanza mantenendo l’equilibrio.

Correzioni

Questo semplice esercizio di attivazione è utile perché mi permette di fare le dovute correzioni a seconda che il gruppo sia aquilotti, esordienti o U13.


Di

Istruttore Nazionale Minibasket Allenatore di Base Istruttore Easybasket

Forse non ho capito bene: se il bambino senza palla fa un arresto a un tempo nella direzione della corsa e poi si deve girare per ricevere palla, lo farà per forza usando un piede perno, giusto? Quindi poi non potrà cambiarlo per fare la partenza incrociata (eventualmente) sul lato opposto. O sto saltando qualche passaggio?
Grazie per la spiegazione!

Ciao Eleonora,
il bambino senza palla, che comanda e corre davanti, effettua si un arresto (ad un tempo o a due tempi) e si gira per ricevere. Siccome riceve con entrambi i piedi appoggiati a terra, può scegliere quale piede perno usare. Quindi potrebbe anche decidere di partire stesso piede stessa mano (partenza omologa). Concordi?

Ok, chiarissimo, ora ci sono! Effettivamente non riceve la palla mentre si sta arrestando, ma dopo. Grazie mille per il chiarimento!

Domande? Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Minibasket.info è un blog creato senza scopo di lucro con l'obiettivo di diffondere la cultura del gioco del Minibasket. Con una tua donazione contribuirai a sostenere minibasket.info e tutti i futuri progetti nella diffusione di questo bellissimo gioco

Informazioni personali

Informazioni carta di credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.

Totale della donazione: €2,00

Available for Amazon Prime