gara di tiro
Condividi:

Ciao, rieccomi con un gioco rivisitato e adattato al mio gruppo aquilotti. Avevo necessità di far capire ai miei ragazzi il fatto che, potevano andare a tirare a canestro facendo un movimento dopo il passaggio, con l’obiettivo che facessero un taglio verso canestro dopo aver passato la palla. Ho quindi ripreso un vecchio esercizio e l’ho modificato rendendolo un gioco di potere individuale e rafforzando la collaborazione.

Descrizione

Disporre i giocatori su tre file, due file con la palla ed una senza come da diagramma. La fila di sinistra è quella con il potere e decide quando partire a canestro; la fila di centro (appoggio) e quella di destra (con la palla) collaborano e il primo di quest’ultima fila gioca contro il compagno con il potere.

Al via dell’istruttore la fila centrale e quella di destra iniziano a passarsi la palla, mentre chi ha il potere deve decidere quando attaccare il ferro; quando quest’ultimo parte, inizia la sfida ed il primo che fa canestro prende 1pt. Nel caso lo sfidante realizzi per primo, il punto viene dato sia a chi ha fatto canestro sia al compagno che ha passato la palla (focus sulla collaborazione)

Osservazioni

In prima battuta chi ha il potere deve scegliere quando partire, osservare se fa la scelta giusta per prendere un vantaggio; in questo caso deve partire quando la palla vola dallo sfidante all’appoggio.

Il bambino che è in ritardo, per recuperare lo svantaggio, dovrebbe eseguire un arresto e tiro da più lontano

Per quanto riguarda lo sfidante, il nostro obiettivo è fargli recuperare lo svantaggio e quindi verificare se, nel caso la palla sia in mano all’appoggio quando parte la sfida, il bambino si muove verso canestro per chiamare palla.

Se, durante il gioco, la maggior parte dei bambini ha recepito che, in caso di svantaggio, bisogna chiamare palla vicino a canestro, il nostro obiettivo è raggiunto

Soluzione inaspettata e geniale

Durante il gioco mi è capitato che un bambino sfidato abbia trovato una soluzione alternativa che, a mio parere, ha inserito un fondamentale che poche volte vediamo nel minibasket: la finta di passaggio.

In questo modo ha ingannato l’avversario con il potere, inducendolo a partire, per poi batterlo in velocità. Questa situazione, secondo me, andrebbe esaltata e fatta capire a tutti i componenti della squadra.

Varianti

Si possono variare le posizioni delle tre file, si può dare il potere alla fila di destra, si può decidere che la fila sfidata è quella centrale (in questo caso di faciliterà la scelta di arresto e tiro rispetto alla penetrazione in Terzo tempo)


Fai una donazione

Condividi:

Perchè fare una donazione a www.minibasket.info?

Le vostre donazioni, anche minime, ci permettono di seguire corsi di aggiornamento, di prendere materiale per fare riprese video e acquistare software per migliorare il nostro blog.

Quindi, quando scaricate materiale tecnico, dispense o leggete un articolo utile, pensate che dietro a tutto questo c’è un team di istruttori che contribuisce con la loro esperienza a creare e diffondere un modello di minibasket a misura di bambino.

Vi ringraziamo anticipatamente.

Grazie

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.

Totale Donazione: €0,50

Di claudio brambilla

Istruttore Nazionale Minibasket Allenatore di Base Istruttore Easybasket

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + due =

Captcha Code * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Loading...
Facebook Messenger for Wordpress
Available for Amazon Prime