Socrate: “io so di non sapere”